Ortigia dei 5 sensi: ovvero itinerario di Siracusa family-friendly

Ortigia dei 5 sensi: ovvero itinerario di Siracusa family-friendly
In Evidenza itinerari Sicilia

Siracusa compie 2750 anni! Merita una festa con tutta la famiglia! E’ vecchia, sì, ma sempre giovane e bella! Una città mitica che profuma di storia, mare e … peperoni arrostiti.

Il cuore di Siracusa è il centro storico di Ortigia, un’isola a forma di quaglia, ideale da visitare a piedi e col passeggino (per noleggiarlo in loco c’è Baby in Travel). Ortigia è un luogo magico, il teatro perfetto per viaggiare con la fantasia e con i sensi. Qui i bambini possono trasformarsi in piccoli esploratori, perdersi in compagnia dei genitori tra vicoli e viuzze alla ricerca dei cortili più colorati e bizzarri.

Il gusto

Vagare a piedi per ORTIGIA significa gustare le prelibatezze locali e il mercato (via E. De Benedictis) ne offre davvero tante. Il pescivendolo “Cappuccio” vende il pescespada cantando e suonando la chitarra, il fruttivendolo “jetta vuci”, urla che oggi i pomodorini Pachino sono a 50 centesimi al kg (che di meno, manco a farli!), la signora Arancia offre le sue spremute espresse. Avete già fame, vero? <<Ammuccativi>> (gustatevi) un panino al caseificio Borderi.

L’olfatto

Il viaggio continua nelle tante vie che profumano di ammorbidente alla lavanda dei panni stesi e fritto misto del quartiere Graziella. Qui si trova il museo Leonardo da Vinci e Archimede (via V. Mirabella, 31), che espone alcuni modelli delle macchine costruite dai due geni italiani.

Proseguite per via Gargallo, <<taliati a destra e manca>> (guardate a destra e sinistra), vi stupirete per il susseguirsi di bellezze inattese.

Raggiungerete, così, il quartiere della Giudecca e il “Piccolo Teatro dei Pupi e delle Figure” della famiglia Vaccaro – Mauceri (via della Giudecca 22), che mette in scena le imprese eroiche dei paladini di Carlo Magno. Potete accompagnare la visione dello spettacolo alla visita del museo e del laboratorio per scoprire come per magia si animano le marionette interamente costruite a mano.

Vi è tornata fame? Fate una sosta dalla signora Lucia della bottega “Antica Giudecca” e <<ammuccativi>> (gustatevi) un arancino al volo!

Perdendovi tra i vicoli della Giudecca, arriverete al Museo del Papiro “Corrado Basile “, che su prenotazione -al raggiungimento di un numero minimo di bambini- organizza dei laboratori particolarmente interessanti come quello della manifattura della carta papiro o di scrittura geroglifica.

L’udito

Ci sono tra voi piccoli esploratori audaci e genitori intrepidi? Bene, potranno cimentarsi in una nuova impresa ovvero una passeggiata, che da via Nizza conduce al Lungomare di Levante e al Castello Maniace per “ciaurare e ascutari u’ mari“, che nei giorni di burrasca urla a squarciagola.

La vista

Siete stanchi? Riprendetevi e respirate a pieni polmoni! Percorrendo il Lungomare Alfeo, giungerete alla mitica Fonte Aretusa, “a funtana re’ i papiri”. Qui dimora la ninfa Aretusa tramutata in acqua per sottrarsi ad Alfeo. Perché non rivivere in modo divertente il mito? Baby in Travel propone una passeggiata animata tra le vie di Ortigia in compagnia di Aretusa e Alfeo, che tra prove di abilità e sfide vi condurranno in un viaggio senza tempo. Prima di mettervi di nuovo in marcia, fermatevi al Largo Aretusa e godetevi un panorama da togliere il fiato, se ne avete ancora!

Da qui salite verso Piazza Duomo, osate perché la vista vi ripagherà delle vostre fatiche. << Assittativi>> (sedetevi) al tavolino di un bar e <<calativi>> ‘na bella granita di limone Femminello siracusano Igp! Nel frattempo i piccoli esploratori si divertiranno andando alla ricerca della lucertola che Vermexio ha lasciato come sua firma al termine della costruzione del palazzo comunale.

Il Tatto

Tornate in via Picherali e scendete di nuovo al Largo Aretusa per approdare alla Marina (foro Vittorio Emanuele). Tra piante secolari di un giardino incantato potrete giocare con i vostri figli, vincerà chi troverà e toccherà per primo il volto di un uomo misterioso impresso sul tronco di un albero (vi aiutiamo… si trova nei pressi della Villetta Aretusa, detta “villa e’ varagghi“).

Il Sole sta tramontando, vi siete guadagnati un po’ di riposo … perché non concedersi un romantico giro in barca alla ricerca della grotta a forma di cuore?

Buona Siracusa a tutti!

Cristina Ferla (fondatrice di Baby In travel )