Raccogliamo le castagne

Raccogliamo le castagne
Blog In Evidenza itinerari Sicilia

Per chi come me e la mia famiglia ama trascorrere il proprio tempo libero all’aria aperta, l’arrivo dell’autunno, e di ottobre in particolare, è sinonimo di raccolta delle castagne! I miei figli non amano mangiarle ma amano raccoglierle, per loro è divertente andare per i boschi di castagni e fare a gara a chi riempie più cestini. Sull’Etna sono molti i castagneti che offrono la possibilità di fare non solo grandi scorte di castagne e marroni ma soprattutto di godere di sentieri paesaggisticamente molto belli. Uno di questi, che noi amiamo particolarmente, è quello del Rifugio Salto del Cane dentro il Parco dell’Etna. Percorrendo la strada che da Pedara sale verso Tarderia (via Catania) si trova una stradella sulla quale è possibile lasciare l’auto e iniziare il sentiero che porta al Rifugio passeggiando tra castagni, querce e ginestre. Questi terreni sono proprietà privata, quindi se incontrate il proprietario chiedetegli il permesso di raccogliere! In ogni caso, siate rispettosi del bosco, non battete gli alberi per fare cadere i ricci ma raccogliete solo le castagne già a terra. Arrivati al rifugio è possibile proseguire verso i coni dei crateri, il vero spettacolo del sentiero. Se il vostro obiettivo è solo quello di portare a casa un ricco raccolto, sarete già soddisfatti e potrete fermarvi al rifugio per un pic nic . A proposito di cibo, sapete cosa ne faccio di tutte le castagne che raccogliamo e che, come dicevo, i miei figli non mangiano? Le trasformo in farina che conservo sotto vuoto e uso per svariate ricette sia dolci che salate! Avete mai provato la pasta fresca preparata con la farina di castagne? Vi sorprenderà, provare per credere.

Buona raccolta!