La casa invernale dell’orso

La casa invernale dell’orso
In Evidenza Letture

Oggi vi racconto un albo illustrato pubblicato da Camelozampa, una piccola e ricercata casa editrice, attenta alla qualità, che ci regala e restituisce veri capolavori della letteratura per ragazzi.

La casa invernale dell’orso scritto da John Yeoman e illustrato da Quentin Blake risale al 1969, in Italia è arrivato nell’ottobre 2013 con la bella traduzione di Sara Saorin e ristampato l’anno scorso.

La storia ha come protagonisti un bel gruppo di animali e ricorda quella, a tutti nota, de La Cicala e la Formica, ma con un finale totalmente diverso.

Tutto ha inizio, alla fine dell’estate, con maiale, scoiattolo, gallina e riccio che spiano curiosi e sbigottiti l’amico orso concentrato e molto indaffarato nella frenetica raccolta di rami, muschio, tronchi… Un comportamento assai bizzarro pensano gli amici. Preoccupati, decidono di chiedere spiegazioni e Orso con tanto di progetto disegnato da lui stesso, racconta loro che sta costruendo una casa rifugio per l’inverno, quindi chiede se vogliono unirsi a lui e aiutarlo.

Gli amici, però un po’ avventati e un po’ stolti si beffano di lui asserendo di aver di meglio da fare! Il saggio e mite Orso non se ne avrà a male!

L’inverno sopraggiunge e non è per niente mite e mentre Orso dorme al calduccio nel suo rifugio, maiale, scoiattolo, gallina e riccio soffrono il freddo e il gelo; decidono quindi di chiedere ospitalità all’amico.

A questo punto, voi penserete, Orso li accoglierà con un bel “ve lo avevo detto”! E invece no! Orso non giudica, non rinfaccia e non serba rancore. Lui è un essere gentile, e dal grande cuore, che accoglie gli amici nel suo caldo rifugio! Amici che però, protetti e al caldo, non hanno più sonno e vogliono far festa cosicché addio letargo di povero Orso!

Una storia che racconta la bellezza, ma anche la difficoltà dell’accoglienza e della condivisione. Bisogna fare spazio all’altro e saper rinunciare per accogliere e condividere! Una storia che suggerisce che gentilezza, garbo, tolleranza, disponibilità e cortesia ci rendono persone migliori e degne di stima!

Attenzione adulto, leggi tra le righe: Orso grande e grosso non si arrabbia e non rinfaccia!

Gli spiritosi protagonisti ritratti dal sapiente pennino di Quentin Blake e narrati da John Yeoman rendono gustosa la lettura. La perfetta sinestesia tra illustrazione e narrazione rivela la lunga amicizia e collaborazione tra i due autori.

Un racconto fresco dal ritmo perfetto, a tratti irriverente eppure al contempo delicato e tenero.

È impossibile non innamorarsene e sicuramente dopo vorrete leggere anche Il pic nic acquatico dell’orso.

Età dai 3 anni

Buone letture!