Raggio: Chiuso
Raggio:
km Set radius for geolocation
Cerca
Inizia: 11 June 2017
21:00
Finisce: 11 June 2017
23:30

Sede Evento

Castello Ursino, Catania

GPS: 37.4989899, 15.084443100000044

“La vaju pi circari e ‘un trovu d’unni, pi lu sò amuri lu munnu firriu; mi votu cu lu mari e spiju a l’unni: mi dati nova di lu Beni miu?”
È così che inizia la celebre canzone di Rosa Balistreri “’Nta viddi e Vaddi” i cui versi danno ispirazione ad un’inedita ed emozionante storia, tradotta in Commedia dell’Arte, dai ragazzi del quarto Laboratorio teatrale condotto da Marzia Ciulla.

Amori travolgenti, avventure emozionanti, sogni tra terra e mare, battaglie che tolgono il fiato…
“OCCHIO A LI TURCHI”
Sabato 10 e Domenica 11 giugno nel Fossato del Castello Ursino.

Dopo “Gammazita in Love”, 2014, primo canovaccio street ispirato alla celebre leggenda del Vespro catanese; “Mundus Rota Est”, 2015, spettacolo legato alla figura di Bianca di Navarra mostrato al pubblico tra le mura del Castello Ursino; “Catanisi Soddi Fausi”, 2016, che ha portato in scena nel Cortile Fuochisti la storia in chiave comica dei soldi falsi di Don Paolo Ciulla il Falsario, puntuale insieme ad ogni inizio giugno, la COMMEDIA TORNA IN SCENA
con lo Spettacolo conclusivo del Laboratorio di Commedia dell’Arte 2017, tenuto dall’attrice e regista nissena Marzia Ciulla, ed inserito tra le attività formative annuali promosse dall’Associazione culturale Gammazita in seno al Festival Internazionale di Arti di Strada, Ursino Buskers.

Anche quest’anno una location d’eccezione ospiterà gli 11 commedianti, i 3 musicisti e tutte le nostre risate, donando suggestione e fascino ai lazzi e agli intrallazzi che lo Spettacolo teatrale “Occhio a li Turchi!” ci riserva: lo splendido, e quasi sconosciuto, FOSSATO del Castello Ursino di Piazza Federico II di Svevia a #Catania.

In una Sicilia cinquecentesca, dove le invasioni del popolo turco erano all’ordine del giorno e le mura di Catania dovevano ancora essere fortificate, due innamorati, Agata e Tancredi, tentano in tutti i modi di realizzare il loro più grande ed intimo sogno: quello di sposarsi. Ma, come in tutte le storie d’amore che si rispettano, questo matrimonio non sarà un’impresa facile…

Tra genitori litigiosi, servi sbadati e pirati che stanno più tra le nuvole che in mare, si intreccia la vicenda che vede in scena maschere, lazzi esilaranti e le originali movenze tipiche della Commedia cinque-seicentesca, in uno spettacolo che ancora una volta affonda le radici nella Catania antica, quella di Carlo V, e nelle vicende storiche legate alle contrapposizioni tra l’Impero Ottomano e quello Cristiano, sfociando in un turbinio comico assolutamente da non perdere.

“Occhio a li Turchi” è uno spettacolo diviso in nove scene più una, se si considera la novità di quest’anno: la musica dal vivo che accompagnerà gli attori durante le fasi della storia, tamburelli e chitarre scandiranno il ritmo scenico della prova teatrale aperta, regalando al pubblico tutto il suono di una #Sicilia immersa nella storia.

Lo spettacolo è gratuito e i giovani attori, a fine messa in scena, abbasseranno i loro cappelli chiedendo ai gentili spettatori un contributo volontario.

A proposito, conosciamoli meglio:
Arlecchino: Enrico La Spina
Colombina: Florinda Panzarella (Florinda Pazzarella)
Pantalone: Aldo Dimino (Aldo Dimino)
Dottore: Mario La Rosa (Mario La Rosa)
Agata, Innamorata: Claudia Sangari (Claudia Tulipán)
Tancredi, Innamorato: Ivan Rizzotto (Ivan Rizzotto)
Carotina, Servetta: Marzia Ciulla (Marzia Ciulla)
Togna, Zagna: Niall Dowling
Ucchialì, Capitano: Salvatore Conticello (Conticello Salvatore)
Pulcinella: Alessandro Adamo (Ale Damò)
Zanni: Manuela Farinella (Manuela Farinella)

I MUSICISTI
Pasqualino Cacciola
Roberto Fuzio
Dario Pruiti

“Occhio a li Turchi” vi aspetta Sabato 10 e Domenica 11 giugno alle ore 21:00 nel Fossato del Castello Ursino, entro le 21.30 si chiuderà improrogabilmente il portone d’ingresso al Fossato, quindi si raccomanda la massima puntualità.

Commissioni e Biglietti
Contributo volontario a fine spettacolo
Gratis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati