EtnAmbiente, un progetto di educazione ambientale

EtnAmbiente, un progetto di educazione ambientale
Blog In Evidenza informazioni

Il 30 giugno presso la sede della Strada del vino e dei Sapori dell’Etna, nel comune di Piedimonte Etneo, è stato presentato EtnAmbiente, un progetto educativo e formativo rivolto alle scuole e a tutti i cittadini con l’obiettivo di sensibilizzare e combattere in maniera pratica ed efficace il fenomeno dell’abbandono abusivo dei rifiuti sul territorio dell’Etna.

EtnAmbiente, è progetto ideato dall’Associazione Strada del Vino e dei sapori dell’Etna, che unisce imprenditori, associazioni, istituzioni, motivati dal desiderio di diffondere in modo capillare l’educazione ambientale e la lotta contro chi inquina. Il progetto EtnAmbiente si sviluppa coinvolgendo scuole elementari e medie, attraverso un apposito piano formativo a cui partecipano tutte le associazioni firmatarie con le proprie esperienze e attività, e prosegue con il coinvolgimento dei cittadini i quali attraverso l’APP EtnAmbiente avranno la possibilità di segnalare, in maniera anonima, i deturpamenti alla Strada del Vino. EtnAmbiente, infatti, è anche il nome di un’APP di segnalazione che con un semplice scatto, attraverso il proprio smartphone, darà la possibilità chiunque di rendere noto alla istituzioni preposte lo scempio sul territorio. L’App sarà disponibile su Play Store dalla prossima settimana.

WWF, AIGAE, CAI di Piedimonte, Terre di Biosfera, Federescursionismo, Cai di Bronte, Corpo Forestale, Parco dell’Alcantara, Parco dell’Etna, Lions, Legambiente, Consorzio della Ciliegia, Consorzio Etna DOC, Consorzio EtnaRe, sono tutti firmatari di questo importantissimo partenariato, che raggruppa una “potenza di fuoco” educativa e una corrente di attivismo senza precedenti.

“ADOTTA UNA TELECAMERA” rappresenta, all’interno del progetto, parte degli istituzioni: consente a chi ne avesse necessità, la possibilità d’installare nella telecamera che punti sul suolo pubblico.

I comuni sono il necessario e imprescindibile “strumento” di questo progetto: è già stato firmato un accordo con Piedimonte, che verrà prossimamente esteso ai comuni di Linguaglossa, Randazzo, Castiglione, Bronte, Maletto, Milo e Mascali, con l’ambizione di coprire tutti i 20 comuni dell’Etna.

“L’Etna è patrimonio dell’Unesco ed è nostro dovere tutelarla” – dice Christian Liistroresponsabile strategico della Strada del Vino e dei Sapori dell’Etna e coordinatore del tavolo tecnico sull’ambiente – “I bambini sono il motore di ogni cambiamento ed è per questo che il progetto EtnAmbiente si rivolge soprattutto a loro, perché educarli alla tutela ambientale e al rispetto della natura è il primo passo verso un futuro migliore. Lo faremo in modo capillare ed incisivo, con il progetto ludico-formativo, nelle scuole dei 20 comuni aderenti ma intendiamo farlo anche per un pubblico più ampio. Dopo il successo della caccia al tesoro tenutasi in occasione della presentazione del progetto – aggiunge Christian – abbiamo deciso di ripetere questo appuntamento di gioco e sensibilizzazione sul tema della tutela ambientale a fine agosto.”

…e noi di Kids Trip non mancheremo e vi segnaleremo sul calendario EVENTI questo appuntamento dedicato a chi ama l’Etna e il suo bellissimo territorio!