Di libri, di vite straordinarie e casi editoriali!

Di libri, di vite straordinarie e casi editoriali!
In Evidenza Letture
Mi hanno chiesto, insistentemente, come definirei il tanto discusso Storie della buonanotte per bambine ribelli: un catalogo!
Sinora non mi ero espressa sul volume nonostante le sollecitazioni. Ebbene lo dichiaro: non mi piace. Intendiamoci, il mio è solo un parere personale! Non mi piace perché lo trovo superficiale e non m’importa di quante battute sia composto il testo, importa la visione, lo sguardo; anche un testo sintetico può mettere a fuoco in poche battute una vita straordinaria. Sintesi non vuol dire semplificazione.
Si sentiva l’urgenza di questo volume? Evidentemente le autrici e i tantissimi che hanno contribuito, la sentivano! Benissimo, personalmente sento l’urgenza di altri volumi di collane come le Sirene di Edizioni EL, Einaudi Ragazzi, Emme Edizioni o Donne nella Scienza di Editoriale Scienza oppure Cattive Ragazze della Sinnos Editrice. Il mondo è bello perché vario, no?
Va demonizzato? No! Ognuno è libero di leggere e comprare ciò che vuole! Va idolatrato? Non credo!
La cosa in assoluto più triste, della querelle su questo libro, è la guerra che qualche settimana fa si è scatenata tra donne!
Il fatto che una riuscita operazione commerciale non si possa criticare senza scatenare il finimondo, a volte corredato da aggressività e turpiloquio, non è un buon segno! Mai!