A place that makes you happy

A place that makes you happy
Blog In Evidenza Sicilia

In Sicilia esiste “A place that makes you happy”, si chiama Farm Cultural Park e si trova a Favara (AG). E’ un luogo che ti rende felice perché quando metti piede in questo piccolo centro, che sino a 7 anni fa era sconosciuto persino a noi siciliani, capisci che ha subito un cambiamento straordinario: è diventato un Centro Culturale famoso in tutto il mondo ed è bellissimo! E’ un’isola felice, coloratissima e animata da persone coraggiose, che stanno provando a costruire un pezzo di mondo migliore, una piccola Comunità impegnata ad inventare nuovi modi di pensare, abitare e vivere.

Tutto è iniziato dal desiderio di due giovani professionisti, Florinda e Andrea, che anziché lamentarsi di quello che in Sicilia non accade hanno deciso di farlo accadere, hanno voluto avviare un processo di cambiamento e di rigenerazione urbana  per dare alle loro figlie, Carla e Viola, e alla loro Comunità un piccolo pezzo di mondo migliore di quello che hanno ricevuto. Dal 2010 ad oggi hanno fatto tanta strada, combattuto tante battaglie, alcune dure e dolorose, ma non si sono arresi e oggi possono contare sul sostegno di migliaia di persone che visitano Farm ogni anno (90.000 nel 2016!) e vantano riconoscimenti importanti in diversi circuiti culturali internazionali tra cui 2 partecipazioni alla biennale di Venezia.

A me basta solo questa storia per essere felice per la mia terra, ma lo sono stata molto di più quando ho visto con i miei occhi cosa sono Farm Cultural Park e i suoi Sette Cortili, animati tutto l’anno da astisti ed eventi straordinari. Recente, ulteriore, motivo di felicità generata da questo luogo è SOU, la scuola di Architettura per bambini che il team di Farm ha pensato e avviato a partire dall’anno scorso. L’obiettivo di questa scuola è “stimolare la riflessione, la progettazione e l’azione per un miglioramento della società. Promuovendo l’educazione ai valori di accoglienza, partecipazione, tolleranza e solidarietà, generosità e impegno sociale.” Mi piacerebbe che l’esempio virtuoso di Farm, di rigenerazione urbana, sociale e culturale, possa essere imitato da quanti più operatori culturali possibile in Sicilia.

Nella nostra città, così grande ed “evoluta” rispetto a Favara, non abbiamo niente di simile nel tessuto urbano ma abbiamo una realtà che periodicamente attiva questo tipo di rigenerazione, almeno sociale, è il Pop Up Market: un evento che si tiene una volta al mese in location storiche della città poco frequentate e sempre diverse. La prossima edizione di questo market si terrà sabato 11 e domenica 12 nella stazione della Metropolitana Giovanni XXIII. Kids Trip sarà presente domenica 12 dalle 16 alle 18 con un laboratorio per bambini, condotto da Giamina Croazzo e Francesca Mignemi, dal titolo Kids Trip Underground che partendo dalle riflessioni prese da alcuni libri, tra i quali “La strada dei bambini”, e attraversando il lavoro di un artista come Keith Haring, che fece delle stazione della metropolitana il suo laboratorio artistico, proporrà ai bambini di realizzare ed animare coloratissime sagome realizzando tutti insieme una libera composizione che accoglierà i passeggeri della metropolitana.

A noi di Kids Trip, proprio come come i nostri amici di Farm Cultural Park, piace pensare che i bambini possano essere il motore del cambiamento, “possano essere abituati alla libertà del pensiero, alla magia della creatività, alla vocazione a realizzare dei sogni collettivi, al desiderio di rendere possibile, l’impossibile.” Vi aspettiamo dunque domenica 12 novembre alle 16, nella stazione della metropolitana Giovanni XXIII per lasciare insieme ai vostri bambini il nostro primo,piccolo, contributo di arte e bellezza!